Internazionali d’Italia Motocross EICMA Series - RND #1, Riola Sardo (OR)

Con la prova di Riola Sardo, prende il via la stagione agonistica per il Team S11 Motorsport Diana MX. Nella MX2, Giuzio e Cenerelli dimostrano una buona velocità in gara, centrando la ‘top 20’. Buone anche le prestazioni di Arangio Febbo e Corti, che superano la qualifica e prendono parte alla corsa.

Dopo un inverno di lavoro intenso e che ha portato tantissime novità, il nuovo Team S11 Motorsport Diana MX giunge finalmente al primo banco di prova prendendo parte al round di apertura degli Internazionali d’Italia Motocross di Riola Sardo (OR). Mini serie pre stagionale che vede in gara tantissimi piloti di caratura internazionale, nonché campioni del mondo e team ufficiali.

Con una line up di piloti per la gran parte rinnovata e incrementata come numero, il team nato dalla fusione di due importanti realtà italiane, il Team S11 Motorsport e il Diana MX Team, schiera quattro dei suoi sei piloti, tutti nella classe MX2: Gianmarco Cenerelli #209, Raffaele Giuzio #22, Giuseppe Arangio Febbo #30 e Lorenzo Corti #56. Assenti per questa prima parte di stagione, Matteo Giarrizzo e Gioele Palanca.

Nelle prove cronometrate, tutti e quattro i piloti del team si comportano bene e centrano la qualifica per la manche di gara: Giuzio 19°, Cenerelli 20°, Corti 36° e Arangio Febbo 37°.

20210228 riola sardo la gara 2

Nella manche della MX2, Giuzio parte molto bene e nonostante un dolore alla spalla infortunata nelle cronometrate, guida gran parte della gara vicino alla ‘top 10’ per poi chiudere 14°. Cenerelli, penalizzato da una brutta partenza è però protagonista di un’ottima rimonta che lo porta sino in 13a piazza, dimostrando un’ottima velocità e determinazione. Arangio Febbo disputa una buona prima parte di gara guidando a centro classifica ma dopo un leggero fisico è costretto ad alzare il ritmo, perde numerose posizioni e chiude 32°. La manche di Corti è fortemente condizionata da una pesante caduta che lo costringe al ritiro nel corso del quarto giro.

Alla manche Supercampione prendono parte solo Giuzio e Cenerelli. Il lombardo si assesta subito a centro gruppo ma il dolore alla spalla non gli permette di guidare in attacco. Decide perciò di non rischiare e cedendo qualche posizione, si classifica 25°. Il marchigiano invece parte molto bene e si stabilizza a ridosso della ‘top 10’ ma una caduta nel corso del primo giro vanifica il buon avvio di gara. In rimonta, entra in contatto con un altro pilota e cade nuovamente, quando occupa la 24a piazza. Demoralizzato e con una piccolo trauma rimediato al ginocchio, decide di prendere anticipatamente la via dei box.

Il tracciato ‘Lazzaretto’ di Alghero, in provincia di Sassari, sarà teatro della seconda prova degli Internazionali d’Italia Motocross. La data stabilita per l’evento, è quella del 7 Marzo.

20210228 riola sardo la gara 3

Gianmarco Cenerelli #209: La prima gara dell’anno non è andata assolutamente come volevo, potevo fare sicuramente molto di più ma non sono riuscito a concretizzare. Durante la qualifica sono riuscito a fare solo due giri tirati con bandiere gialle e tanto traffico. Nella la prima manche non avevo un ottima posizione per partire infatti ho avuto un buono scatto ma in fondo al rettilineo sono stato chiuso, ho recuperato poi fino alla 13ª posizione . Nella Supercampione ho messo a segno una buona partenza e mi sono ritrovato intorno alla 10a posizione ma una scivolata nel corso del primo giro mi ha portato a fondo gruppo. Ho cominciato a rimontare fino a quando dopo aver superato un pilota in 24ª posizione ci siamo toccati all’atterraggio a siamo caduti entrambi. Per fortuna niente di grave solo una botta al ginocchio ma ho deciso di uscire per non peggiorare la situazione. Vedrò di rifarmi domenica prossima ad Alghero. Grazie a tutte le persone che mi supportano e sostengono.”

Raffaele Giuzio #22: “In qualifica, al secondo giro, ho lussato la spalla perciò tutta la gara ho risentito di questo problema. Nonostante il dolore ho fatto la prima manche e a denti stretti ho guidato vicino alla ‘top 10’ sino a pochi minuti dal termine. Poi il dolore si è fatto più intenso e ho calato il ritmo, perdendo qualche posizione. Nella Supercampione sono partito bene ma la spalla ha cominciato quasi subito a farmi male ed ho guidato senza forzare troppo, chiudendo 25°.” 

Giuseppe Arangio Febbo #30: Sono partito molto bene nella manche della MX2 ma ero troppo esterno e alla prima curva mi hanno chiuso. Da dietro ho recuperato fino alla 23a posizione ma a metà gara ho avuto l'indurimento degli avambracci e non sono riuscito più a guidare. Ho terminato la gara in 33a posizione.”

20210228 riola sardo la gara 4

Lorenzo Corti #56: “Ieri è stata una giornata ‘no’. Nelle cronometrate ho faticato tanto a causa dell’indurimento degli avambracci. In gara sono partito male e poi sono incappato in una brutta caduta dove ho picchiato forte la testa. Mi rifarò ad Alghero.”

20210228 riola sardo la gara 5

Luca Pedica (Riders Coach): “Esordio positivo per il nostro team. La pista era davvero dura e il livello altissimo con tanti piloti del mondiale sia nella classe MX1 che nella MX2. Per quanto riguarda i nostri piloti, ottima prima manche di Giuzio che per tutta la durata della manche è stato davanti con i piloti più forti. E’ calato negli ultimi cinque minuti di gara ma lo sapevamo perché per noi le gare importanti cominciato tra aprile e maggio e la preparazione è mirata a raggiungere il 100% in quei mesi. Buona la prestazione anche nelle fasi iniziali della Supercampione, dove ha dimostrato una buona velocità. Per quanto riguarda Arangio Febbo, buona la sua prima parte di gara con tanti sorpassi e anche se non ha centrato la Supercampione, ha dimostrato una buona resa in pista. Cenerelli oggi non ha brillato come al solito; è incappato in qualche caduta e non ha guidato in maniera perfetta ma sono sicuro che si rifarà nei prossimi round. Corti è stato protagonista di una brutta caduta fortunatamente senza conseguenze perciò lo vedremo più redditizio nei prossimi round. Tutto sommato un esordio positivo, ci siamo confrontati con team di altissimo livello e già esserci e farsi notare è stata una bella soddisfazione. Sicuramente ancora dobbiamo lavorare tanto, ma le basi di partenza sono buone.”

Paolo Pignataro (Team Manager): “Gli Internazionali sono in nostro banco di prova, per vedere a che livello siamo e su cosa ancora dobbiamo lavorare per migliorarci. Giuzio ha fatto una bella gara così come Cenerelli, nonostante una partenza non azzeccata e una caduta nella Supercampione. Arangio Febbo ha migliorato il suo ritmo di gara ma deve ancora lavorare sulla resistenza; Corti non ha avuto possibilità di esprimersi al meglio dopo la caduta. Peccato per l’assenza di Palanca, che è a casa perché contagiato dal covid. Puntiamo a migliorare le nostre prestazione ad Alghero.”

 


STATISTICHE UFFICIALI


 


PHOTOGALLERY

 


I NOSTRI SPONSOR


fondale sponsor 2021 1200X630

Pin It

Stampa   Email